Prima volta a Napoli.

Non c’è niente da fare: la munnizza c’è. Nella zona dove eravamo c’era un lezzo continuo di sottofondo. Che poi si pensa sempre ai turisti che non vengono più. Ma agli abitanti? C’è gente che vive per giorni interi con questo odore nelle narici. Non so come facciano. La prima volta che ho visto questi cumuli di munniza è stato 6 anni fa in provincia di Caserta. E quello che mi sento sempre dire è che c’è e basta. Certo che c’è. Ma dopo un po’ se nessuno viene a portarsela via anche gli abitanti devono organizzarsi e inventarsi qualcosa. Dopo tutti questi anni!

Nell’andare alla stazione siamo passati per il centro. Che doveva essere pulito. E invece anche lì cumuli di spazzatura. A una rotonda, che non saprei identificare, avevano ribaltato i cassonetti per bloccare la strada e sparso la munizza tutta in giro. Tra gli autori scorti di sfuggita un robusto signore e un paio di ragazzi che avranno avuto 13 o 14 anni.

Ragazzi datevi una mossa. Non aspettate che vengano a portarvela via. Inventatevi qualcosa. Se no nella munniza ci resteremo per altri vent’anni!